Autore Topic: Nordygenesi, ovvero storia della nascita di un nuovo concetto motociclistico  (Letto 12909 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline renzino71

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 938
  • Sesso: Maschio
  • SI VIS PACEM PARA BELLUM
Ci sono riuscito...ho stimolato il tuo lato di scopritore e narratore   ;fummmmm ;fummmmm  ...facci sapere dai..... ;01
Apropo.....ho visto un filmatino interessante su youtube...PUMP UP THE VOLUME..... ;fummmmm ;fummmmm ;fummmmm ;fummmmm
"Chi combatte rischia di perdere, chi non combatte ha già perso"

Offline ciancaro

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 528
  • Sesso: Maschio
Dai Roby...spiegaci anche il perchè del nome NORDWEST........e Romolo...se mi leggi.....GRAZIE!! ;01 ;01

Ciao a tutti.

Dunque... il nome NORDWEST  ha le sue radici nella "ispirazione americana" che tanto stava a cuore ai commerciali Gilera dell'epoca, ed in particolar modo al Direttore Commerciale (nonchè detentore di un Pacchetto azionario di Piaggio...quindi mezzo proprietario di Gilera!!!!!) che aveva passato svariati anni negli USA cercando di vendere le Vespe (con scarso successo!!!); stavolta però non si usò il nome di uno stato (famosi sono il Dakota e l'Arizona, ma anche il Nebraska e, usato solo per un idea di stile, il Missouri), ma si usò la idea del famoso "PASSAGGIO A NORD-OVEST", che è rimasto nell'immaginario collettivo come quella porta che ti permette di accedere a mondi nuovi e fantastici....questo per significare che la moto apriva a concetti nuovi ed inesplorati; oserei dire  che il paragone calza perfettamente...non credete?

In alcuni mercati,venne usato anche il nome NORDCAPE....anche questo un nome che evoca qualcosa di lontano e inesplorato.......ma io sinceramente, sia per concetto che per la "sonorità", preferisco il NW.
Tra l'altro questo nome, soprattutto nel mondo anglosassone , ha dato lo spunto ai nomignoli, vezzeggiativi ed amichevoli, di Nordy o Nordie....che a me piacciono, anche loro, moltissimo; una cosa è certa: a pochissime moto, a mia memoria, sono stati attribuiti dei "nickname"....e questo la dice lunga su quanto questo veicolo sia ancora amato dai suoi possessori (o aspiranti tali!).

Chiudo proponendovi  una "chicca": Il Marabese,nei bozzetti che aveva preparato per "visualizzare" questo concetto (in realtà, come ho già detto nella storia, la linea "doveva" essere quella dell'RC 600 C), aveva proposto un nome, a mio avviso meno "musicale", ma altrettanto evocativo: TIME RIDER; bene, ancora una volta non si può negare che il NW non sia un "navigatore nel tempo"...sicuramente nel futuro (rispetto a quando è stato concepito, ovviamente!).

Ciancaro

P.S. : Complimenti alla consueta perspicacia del Dakobox: il suo ragionamento è veramente molto razionale...ma stavolta un po' lontano dalla verità!
No...la Francia non ha mai ispirato i Gileristi in termini di  "nomi commerciali"...ed in ogni caso, ripeto, il MOTARD era solo uno spunto; il NW non ha mai voluto essere un Motard così come la intendevano i nostri cugini d' oltralpe, ma un veicolo stradale (ed anche, nella idea originale...pistaiolo) con grandi doti di "controllo", capace di trarre dal mono, ed esaltarle, tutte le sue migliori peculiarità.

Se devo trovare qualche "parente"...mi vengono in mente alcune realizzazioni artigianali usate nei primi anni delle gare Supermono..una sicuramente su base Kawa KLR....oppure la Yamaha TZR, col bici 2T  
« Ultima modifica: 06 Dicembre, 2009, 02:05:16 da ciancaro »

Offline nadalabs

  • ueila ragass!
  • Utente Novizio
  • *
  • Post: 29
  • Sesso: Maschio
  • ECCOMI !
    • un altro boun sito sulle Gilera con il motore Bi 4
appoggio ,   ;01 togliendomi il cappello questo signor "ciancaro" che però sulla sua scheda non ha scritto di dov'è , aprofitto per chiedevelo.
Sapevo anche io la "piega votiva Americana" in Gilera e l'importazione modaiola dagli "States" che l'est del planisfero inculcatoci fin da piccoli ha purtroppo subito in quasi ogni campo (vedi vestiario, stili di vita, musica, cinema....) dagli anni 50 in qua.
La Francia di riflesso ha iniziato questa moda con "le guidon d'or" (negli States "Super Motard") moda iniziata oltre oceano un po' come quella delle Pit-bike, tra i piloti del gran premio velocità e quelli fuoristradisti che a fine stagione si ritrovavano goliardicamente per svagarsi un po' oltre che per ritirare diversi riconoscimenti dagli sponsor e concordare nel casino dei rombi dei motori (lontano da orecchi indiscreti )le ultime trattative o modifiche per i contratti della stagione seguente. Chi voleva partecipava a questa gara che proclamava od eleggeva come dir si voglia ma solo simbolicamente (in questa fase embrionale della specialità) il miglior pilota "completo" di Motocilclette in italiano si potrebbe tradurre come "Pilota-Centauro".
 Un osservazione a Dako-box...che ha iniziato questo post. la Nord West e Rc non montano lo stesso freno post!  ;dor
Un salutone Ale  ;salll
OGNUNO FA DEL PROPRIO MEGLIO QUELLO CHE VUOLE .. BLA BLA BAL GLUCK GLUCK MANDI FRUSS

Offline DakoBox

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 822
  • Sesso: Maschio
  • Dakota 350 '86
aaaaahhh, appena evocato l'Ing., eccolo manifestarsi....
Se non è amore per Gilera questo,ditemi che cosa è,allora!!!
...del Dakobox: il suo ragionamento è veramente molto razionale...ma stavolta un po' lontano dalla verità!
No...la Francia non ha mai ispirato i Gileristi in termini di  "nomi commerciali"..

un modo elegante di farmi notare che ho detto una cagata.....che volete: quando si ha a che fare con il Papà del NW non ti puoi permettere nessun teorema basato su supposizioni prive di fondamento...che magra.... :-[ :-[

« Ultima modifica: 06 Dicembre, 2009, 11:40:34 da DakoBox »
Quest'estate mi sono dato da fare e mi son fatto un fisico da Dio.....peccato sia Budda!   :'( 

Offline renzino71

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 938
  • Sesso: Maschio
  • SI VIS PACEM PARA BELLUM
Dai Roby...spiegaci anche il perchè del nome NORDWEST........e Romolo...se mi leggi.....GRAZIE!! ;01 ;01

Ciao a tutti.

Dunque... il nome NORDWEST  ha le sue radici nella "ispirazione americana" che tanto stava a cuore ai commerciali Gilera dell'epoca, ed in particolar modo al Direttore Commerciale (nonchè detentore di un Pacchetto azionario di Piaggio...quindi mezzo proprietario di Gilera!!!!!) che aveva passato svariati anni negli USA cercando di vendere le Vespe (con scarso successo!!!); stavolta però non si usò il nome di uno stato (famosi sono il Dakota e l'Arizona, ma anche il Nebraska e, usato solo per un idea di stile, il Missouri), ma si usò la idea del famoso "PASSAGGIO A NORD-OVEST", che è rimasto nell'immaginario collettivo come quella porta che ti permette di accedere a mondi nuovi e fantastici....questo per significare che la moto apriva a concetti nuovi ed inesplorati; oserei dire  che il paragone calza perfettamente...non credete?

In alcuni mercati,venne usato anche il nome NORDCAPE....anche questo un nome che evoca qualcosa di lontano e inesplorato.......ma io sinceramente, sia per concetto che per la "sonorità", preferisco il NW.
Tra l'altro questo nome, soprattutto nel mondo anglosassone , ha dato lo spunto ai nomignoli, vezzeggiativi ed amichevoli, di Nordy o Nordie....che a me piacciono, anche loro, moltissimo; una cosa è certa: a pochissime moto, a mia memoria, sono stati attribuiti dei "nickname"....e questo la dice lunga su quanto questo veicolo sia ancora amato dai suoi possessori (o aspiranti tali!).

Chiudo proponendovi  una "chicca": Il Marabese,nei bozzetti che aveva preparato per "visualizzare" questo concetto (in realtà, come ho già detto nella storia, la linea "doveva" essere quella dell'RC 600 C), aveva proposto un nome, a mio avviso meno "musicale", ma altrettanto evocativo: TIME RIDER; bene, ancora una volta non si può negare che il NW non sia un "navigatore nel tempo"...sicuramente nel futuro (rispetto a quando è stato concepito, ovviamente!).

Ciancaro

P.S. : Complimenti alla consueta perspicacia del Dakobox: il suo ragionamento è veramente molto razionale...ma stavolta un po' lontano dalla verità!
No...la Francia non ha mai ispirato i Gileristi in termini di  "nomi commerciali"...ed in ogni caso, ripeto, il MOTARD era solo uno spunto; il NW non ha mai voluto essere un Motard così come la intendevano i nostri cugini d' oltralpe, ma un veicolo stradale (ed anche, nella idea originale...pistaiolo) con grandi doti di "controllo", capace di trarre dal mono, ed esaltarle, tutte le sue migliori peculiarità.

Se devo trovare qualche "parente"...mi vengono in mente alcune realizzazioni artigianali usate nei primi anni delle gare Supermono..una sicuramente su base Kawa KLR....oppure la Yamaha TZR, col bici 2T  





Grazie della spiegazione immaginavo anchio qualcosa del genere..il mio GRAZIE di prima però era rivolto a ben altro.....mi associo al toglimento di cappello di nadalabs e invito molti altri a farlo.....GRAZIE.. ;01 a me il Nordy piace molto... ;01...GRAZIE... ^-^
"Chi combatte rischia di perdere, chi non combatte ha già perso"

Offline RENA

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 788
  • Sesso: Maschio
Molti progetti originali fanno parlare di se e gli vengono attribuiti dei nickname ed il nw va annoverato senza dubbio tra questi , come confermato anche dal modo in cui gli utenti lo hanno adottato;
tanto di cappello ai progettisti e soprattutto a quelli che ne tengono vivo valore e significanza, come tutti noi ;CC

Offline luc

  • Utente Operoso
  • ***
  • Post: 168
va bene l'"ispirazione americana", ma il direttore commerciale (mi viene da pensare ad un Agnelli) si ricordava poco l'inglese, un "north" sarebbe stato più corretto...ma forse avrebbe ricordato troppo il nome di una gara su strada, che non so se esistesse all'epoca.
comunque, per quello che riguarda il piacere di guida su strada, se si voleva realizzare un mezzo molto divertente, beh "missione compiuta"
peccato che attualmente il gruppo Piaggio non produca più nemmeno un erede di questo concetto, finita anche la Pegaso Strada...

grazie per averci regalato un pezzo di storia su come nacque il NW!

Offline Ing.

  • Utente Apprendista
  • **
  • Post: 86
  • Sesso: Maschio
Grazie di questo racconto storico, sono emozionato, grazie!!!
Leggi fondamentali della stupidità - Marco Cipolla.

Offline LuCiOz

  • Utente Buono
  • ****
  • Post: 274
  • Sesso: Maschio
Bellissima storia, raccontata da uno dei protagonisti in persona che ringrazio di cuore!  ;CC
Davvero complimenti per ciò che sono riusciti a fare!!!  ;01

Offline northsam

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 1318
  • Sesso: Maschio
Ragazzi ho la pelle d'oca e mi vengono le lacrime agli occhi al pensiero che ora il gruppo piaggio è riuscito a demolire il marchio Gilera  >:(  >:(  >:(

GRAZIE per essere riusciti a recuperare questa parte di storia.  ;CC  ;CC  ;CC
Impossibile è solo un parola che utilizzano gli uomini deboli per vivere facilmente nel mondo che gli è stato dato, senza arrischiarsi ad esplorare il potere che hanno per cambiarlo. Impossibile non è un fatto, è un'opinione. Impossibile non è una dichiarazione, è una sfida. Impossibile è potenziale. Impossibile è temporale.
Impossible is Nothing

Offline fabio1.9tdi

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 531
    • Gilera Rc 600 R, manutenzione e elaborazione e divertimento
Che gioia leggere questi racconti! Ti rendono orgoglioso della moto che hai... Grazie