Autore Topic: Un pensiero, un consiglio ...  (Letto 14388 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

federosso

  • Visitatore
Un pensiero, un consiglio ...
« il: 11 Aprile, 2011, 21:50:46 »
Mi piacerebbe che prendeste le parole che sto scrivendo come una lettera aperta a tutti gli utenti del forum, me compreso.

Voglio sia chiaro sin dall’inizio, che nelle prossime righe parlerò anche e soprattutto di me.

Quando internet e i “forum” virtuali cominciarono ad apparire si diffuse tra gli utenti di internet un neologismo: netiquette    http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

All’inizio ricordo che era simpatico seguire questa nuova forma di rispetto tra amicizie virtuali.
Poi, diventò quasi un obbligo applicare la netiquette per gestire le relazioni che si stavano moltiplicando al pari della crescita dei forum sui più disparati argomenti. Le figure degli amministratori e dei moderatori divennero punti chiave a “guidare” le discussioni, i topic.
Con gentilezza ma risolutezza i moderatori intervenivano e aiutavano il forum a seguire una certa logica di discussione.

Poi, ci si accorse che in questi nuovi spazi virtuali i rapporti tra le persone, gli utenti, divenivano sempre più importanti. I forum nel rispetto del termine, vere piazze d’incontro. Ci si accorse che gli utenti avevano bisogno di appositi spazi nei forum per dare sfogo in modo un po’ meno “moderato” alle proprie argomentazioni e discussioni.

Tornando a noi, a suo tempo fui tra quelli che proposero a Luca, l’indiscusso amministratore del nostro forum, di aprire una sezione in cui parlare di caz varie. Quello che diventò “ALTRO NON PERTINENTE ALLA GILERA” …
Purtroppo negli ultimi tempi mi sono accorto che gli OT sono diventati all’ordine del giorno, in qualsiasi discussione, da quelle serie a quelle più leggere.
Io per primo cado in questo tranello.

Gli OT sarebbero da limitare per alcuni motivi molto semplici ma importanti:
- il topic diventa difficile da seguire per gli utenti
- chi è interessato al solo argomento si trova costretto a leggersi paginate di divagazioni più o meno interessanti e utili ma al di fuori dell’argomento del titolo
- un OT porta il più delle volte, una serie di OT in risposta

Faccio un paio d’esempi recenti di cui anche io sono stato protagonista degli OT. Il primo che mi viene in mente è la discussione sulla figura dei “sostenitori”, ad un certo punto è diventata una discussione di rivalsa tra vecchie ruggini. Oppure riguardo a “una saturno negli stati uniti” ho cominciato allegramente a disquisire su telaisti e preparatori italiani dei decenni passati. Interessantissimo, ma non in tema con chi voleva sapere la storia della “saturno negli stati uniti” e di come ripristinarla. O ancora, La saturno I.O.M. TT, in cui in un TOPIC super focalizzato su una versione di una moto già di per se rara, si è perso per la tangente…e dopo aver fatto notare la cosa mi sono anche sentito “meleggiato” per la mia “nota”.
E come questi molti altri.

Come detto sono io il primo a scivolare spesso fuori dal seminato, e mi rimprovero!

Vi chiederete a questo punto dove voglio arrivare.

Vorrei chiedere a tutti di limitare gli OT, e nel caso fossero indispensabili di autodenunciarli apponendo la sigla “OT” all’inizio e “Fine OT” in fondo all’intervento fuori tema. Magari, ma capisco le remore, un intervento maggiore dei moderatori.

Ripeto, quando siamo a discutere capita di prendere un filo che porta ad un altro tema, ma dovremmo limitare questo a pochissimi casi. Il forum mette a disposizione appositi spazi e sicuramente non limita l’apertura di discussioni in cui continuare e far diventare topic un “OT” aprendo quindi un dibattito ad oc su un nuovo argomento.

Inoltre per le noiose e antipatiche schermaglie private e al di fuori del tema di discussione (di cui anche io ho dato prova in passato) c’è sempre il canale del msg in pvt in cui potersi mandare allegramente a  senza rendere il tutto plateale.

Quanto scritto al fine di agevolare tutti gli utenti nella ricerca delle informazioni che vogliono. In modo un pochetto più rapido e diretto senza perdersi in lunghe serie di post da cui difficilmente si riesce a tirar fuori il nocciolo dell’argomento senza leggersi tutti gli interventi anche quelli più spiccatamente fuori tema.

Per chiunque legga queste righe e abbia voglia di commentare faccio in ultimo alcuni incisi che non devono essere scordati negli eventuali commenti.

Mi metto io per primo tra gli utenti che più spesso cadono negli OT.
 
Non sto, nel modo più assoluto, dicendo di promuovere forme di censura. Quello che viene scritto rimane scritto escluso situazioni particolari e già previste nel regolamento.

Assolutamente non sto criticando l’operato degli amministratori e dei moderatori, ma piuttosto suggerisco al direttivo di chiedere maggiore attenzione ai moderatori nel caso che il direttivo stesso sia in accordo con la mia osservazione.

Gli OT e i vari veleggiamenti se troppo dilungati non rendono più simpatica una discussione ma l’ammazzano rendendo noiosa la lettura di chi è solo interessato al “titolo”.

Ribadisco che per screzi, chiarimenti pubblici, scontri non in tema e quant’altro, si può aprire una discussione dedicata nella sezione apposita. Nessuno rimarrebbe comunque senza parole.

Bene, io credo di aver detto quasi tutto quello che avevo in testa.

Offline LUCA

  • GIL 4 ROSSO GERMAN il rosso della mia moto
  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 9850
  • Sesso: Maschio
  • meglio un buon nemico, che un cattivo amico!
    • Homo quisque faber ipse fortunae suae
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #1 il: 11 Aprile, 2011, 21:56:38 »
e io in veste di sommo amministratore ti dico: "te ghe rason"! ;CC
federico for moderator! ;vardasss
La vita e' come la scala di un pollaio.......
CORTA E PIENA DI MERDA!


Offline renzino71

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 938
  • Sesso: Maschio
  • SI VIS PACEM PARA BELLUM
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #2 il: 11 Aprile, 2011, 21:57:09 »
Federico for moderator!!  ;BENNED
"Chi combatte rischia di perdere, chi non combatte ha già perso"

Offline andreone

  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 868
  • Sesso: Maschio
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #3 il: 11 Aprile, 2011, 22:03:14 »
Sei dentro.... allora ahio

federosso

  • Visitatore
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #4 il: 11 Aprile, 2011, 22:15:48 »
mi parete un po' in OT, qui non si parla di "inserimento di un nuovo moderatore"! mi spiace ma devo bloccarvi sul nascere!  :P
ahahahhahahahahaahh


Offline robymassa

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 574
  • Sesso: Maschio
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #5 il: 11 Aprile, 2011, 22:20:03 »

Offline LUCA

  • GIL 4 ROSSO GERMAN il rosso della mia moto
  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 9850
  • Sesso: Maschio
  • meglio un buon nemico, che un cattivo amico!
    • Homo quisque faber ipse fortunae suae
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #6 il: 11 Aprile, 2011, 22:24:15 »
il grande capo manitu' ha deciso............
http://gilera4t.it/forum/index.php/board,105.0.html
e mo' son caxxi tua!
vai fede!
La vita e' come la scala di un pollaio.......
CORTA E PIENA DI MERDA!


Offline nordwest1

  • Utente Maestro
  • *****
  • Post: 1811
  • Sesso: Maschio
  • MITICO NORDY
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #7 il: 11 Aprile, 2011, 22:28:49 »
Mi piacerebbe che prendeste le parole che sto scrivendo come una lettera aperta a tutti gli utenti del forum, me compreso.

Voglio sia chiaro sin dall’inizio, che nelle prossime righe parlerò anche e soprattutto di me.

Quando internet e i “forum” virtuali cominciarono ad apparire si diffuse tra gli utenti di internet un neologismo: netiquette    http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

All’inizio ricordo che era simpatico seguire questa nuova forma di rispetto tra amicizie virtuali.
Poi, diventò quasi un obbligo applicare la netiquette per gestire le relazioni che si stavano moltiplicando al pari della crescita dei forum sui più disparati argomenti. Le figure degli amministratori e dei moderatori divennero punti chiave a “guidare” le discussioni, i topic.
Con gentilezza ma risolutezza i moderatori intervenivano e aiutavano il forum a seguire una certa logica di discussione.

Poi, ci si accorse che in questi nuovi spazi virtuali i rapporti tra le persone, gli utenti, divenivano sempre più importanti. I forum nel rispetto del termine, vere piazze d’incontro. Ci si accorse che gli utenti avevano bisogno di appositi spazi nei forum per dare sfogo in modo un po’ meno “moderato” alle proprie argomentazioni e discussioni.

Tornando a noi, a suo tempo fui tra quelli che proposero a Luca, l’indiscusso amministratore del nostro forum, di aprire una sezione in cui parlare di caz varie. Quello che diventò “ALTRO NON PERTINENTE ALLA GILERA” …
Purtroppo negli ultimi tempi mi sono accorto che gli OT sono diventati all’ordine del giorno, in qualsiasi discussione, da quelle serie a quelle più leggere.
Io per primo cado in questo tranello.

Gli OT sarebbero da limitare per alcuni motivi molto semplici ma importanti:
- il topic diventa difficile da seguire per gli utenti
- chi è interessato al solo argomento si trova costretto a leggersi paginate di divagazioni più o meno interessanti e utili ma al di fuori dell’argomento del titolo
- un OT porta il più delle volte, una serie di OT in risposta

Faccio un paio d’esempi recenti di cui anche io sono stato protagonista degli OT. Il primo che mi viene in mente è la discussione sulla figura dei “sostenitori”, ad un certo punto è diventata una discussione di rivalsa tra vecchie ruggini. Oppure riguardo a “una saturno negli stati uniti” ho cominciato allegramente a disquisire su telaisti e preparatori italiani dei decenni passati. Interessantissimo, ma non in tema con chi voleva sapere la storia della “saturno negli stati uniti” e di come ripristinarla. O ancora, La saturno I.O.M. TT, in cui in un TOPIC super focalizzato su una versione di una moto già di per se rara, si è perso per la tangente…e dopo aver fatto notare la cosa mi sono anche sentito “meleggiato” per la mia “nota”.
E come questi molti altri.

Come detto sono io il primo a scivolare spesso fuori dal seminato, e mi rimprovero!

Vi chiederete a questo punto dove voglio arrivare.

Vorrei chiedere a tutti di limitare gli OT, e nel caso fossero indispensabili di autodenunciarli apponendo la sigla “OT” all’inizio e “Fine OT” in fondo all’intervento fuori tema. Magari, ma capisco le remore, un intervento maggiore dei moderatori.

Ripeto, quando siamo a discutere capita di prendere un filo che porta ad un altro tema, ma dovremmo limitare questo a pochissimi casi. Il forum mette a disposizione appositi spazi e sicuramente non limita l’apertura di discussioni in cui continuare e far diventare topic un “OT” aprendo quindi un dibattito ad oc su un nuovo argomento.

Inoltre per le noiose e antipatiche schermaglie private e al di fuori del tema di discussione (di cui anche io ho dato prova in passato) c’è sempre il canale del msg in pvt in cui potersi mandare allegramente a  senza rendere il tutto plateale.

Quanto scritto al fine di agevolare tutti gli utenti nella ricerca delle informazioni che vogliono. In modo un pochetto più rapido e diretto senza perdersi in lunghe serie di post da cui difficilmente si riesce a tirar fuori il nocciolo dell’argomento senza leggersi tutti gli interventi anche quelli più spiccatamente fuori tema.

Per chiunque legga queste righe e abbia voglia di commentare faccio in ultimo alcuni incisi che non devono essere scordati negli eventuali commenti.

Mi metto io per primo tra gli utenti che più spesso cadono negli OT.
 
Non sto, nel modo più assoluto, dicendo di promuovere forme di censura. Quello che viene scritto rimane scritto escluso situazioni particolari e già previste nel regolamento.

Assolutamente non sto criticando l’operato degli amministratori e dei moderatori, ma piuttosto suggerisco al direttivo di chiedere maggiore attenzione ai moderatori nel caso che il direttivo stesso sia in accordo con la mia osservazione.

Gli OT e i vari veleggiamenti se troppo dilungati non rendono più simpatica una discussione ma l’ammazzano rendendo noiosa la lettura di chi è solo interessato al “titolo”.

Ribadisco che per screzi, chiarimenti pubblici, scontri non in tema e quant’altro, si può aprire una discussione dedicata nella sezione apposita. Nessuno rimarrebbe comunque senza parole.

Bene, io credo di aver detto quasi tutto quello che avevo in testa.

 ???

federosso

  • Visitatore
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #8 il: 11 Aprile, 2011, 22:33:54 »
il grande capo manitu' ha deciso............
http://gilera4t.it/forum/index.php/board,105.0.html
e mo' son caxxi tua!
vai fede!

Peccato che oltre che un paio di foto poi non ne sappia niente di più... ma accetto la sfida..ahhahah

Offline electro7

  • Utente Buono
  • ****
  • Post: 259
  • Sesso: Maschio
  • ..ti amo e poi ti odio e poi ti amo...
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #9 il: 11 Aprile, 2011, 22:35:31 »
straquoto, su altri forum con grande numero di utenti capitano discussioni serie e interssanti magari lunghe più di 50 pagine perchè iniziano a inserirsi sottfiloni inutili...
Federosso for moderator - Catone il censore....
Suoi soprannomi che mi piacciono:
- Vecchietta Assassina
- Mostro Radioattivo

federosso

  • Visitatore
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #10 il: 11 Aprile, 2011, 22:45:47 »
Mi piacerebbe che prendeste le parole che sto scrivendo come una lettera aperta a tutti gli utenti del forum, me
Mi metto io per primo tra gli utenti che più spesso cadono negli OT.
.......

 ???

Cosa non ti è chiaro nordwest1? e cercheò di spiegarmi meglio.
Non dirmi che non è chiaro tutto il discorso??
Comunque nel caso, quello che ho provato a dire è che ritengo che troppi Ot nei topic non facciano bene ai topic stessi.
Per non parlare di scaramucce e provocazioni più o meno furbescamente suggerite.
 
O interminabili sequenze di post con sole linguacce o prese di giro reciproche.
Ci sono argomenti che si prestano agli scherzi ma altre discussioni squisitamente tecniche per cui le tipologie di risposte fatte di soli smiles risultano inutili e rendono noiosa la lettura degli interessati.

Chiedo, propongo, suggerisco, invito, a una maggiore attenzione degli utenti nell'individuazione dei topics in cui il sollazzo è simpatico rispetto a quelli in cui ogni risposta inutile rende ridondante l'argomento e noiso. Al punto che anche a me è capitato alle volte di abbandonare di seguire una discussione solo perchè non riuscivo più a seguire il filo.
E in questo ho avuto spesso anche la mia colpa.

Offline LUCA

  • GIL 4 ROSSO GERMAN il rosso della mia moto
  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 9850
  • Sesso: Maschio
  • meglio un buon nemico, che un cattivo amico!
    • Homo quisque faber ipse fortunae suae
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #11 il: 11 Aprile, 2011, 23:11:49 »
fede.....
la nuova sezione e' pronta....sei moderatore......e perdi tempo qui?
al volo a lavorarci sopra, riempila di post utili per la comunita'!
...e che caxx di moderatore! ;aasser
La vita e' come la scala di un pollaio.......
CORTA E PIENA DI MERDA!


Offline FabioCx

  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 739
  • Sesso: Maschio
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #12 il: 11 Aprile, 2011, 23:12:21 »
Mi piacerebbe che prendeste le parole che sto scrivendo come una lettera aperta a tutti gli utenti del forum, me compreso.

Voglio sia chiaro sin dall’inizio, che nelle prossime righe parlerò anche e soprattutto di me.

Quando internet e i “forum” virtuali cominciarono ad apparire si diffuse tra gli utenti di internet un neologismo: netiquette    http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

All’inizio ricordo che era simpatico seguire questa nuova forma di rispetto tra amicizie virtuali.
Poi, diventò quasi un obbligo applicare la netiquette per gestire le relazioni che si stavano moltiplicando al pari della crescita dei forum sui più disparati argomenti. Le figure degli amministratori e dei moderatori divennero punti chiave a “guidare” le discussioni, i topic.
Con gentilezza ma risolutezza i moderatori intervenivano e aiutavano il forum a seguire una certa logica di discussione.

Poi, ci si accorse che in questi nuovi spazi virtuali i rapporti tra le persone, gli utenti, divenivano sempre più importanti. I forum nel rispetto del termine, vere piazze d’incontro. Ci si accorse che gli utenti avevano bisogno di appositi spazi nei forum per dare sfogo in modo un po’ meno “moderato” alle proprie argomentazioni e discussioni.

Tornando a noi, a suo tempo fui tra quelli che proposero a Luca, l’indiscusso amministratore del nostro forum, di aprire una sezione in cui parlare di caz varie. Quello che diventò “ALTRO NON PERTINENTE ALLA GILERA” …
Purtroppo negli ultimi tempi mi sono accorto che gli OT sono diventati all’ordine del giorno, in qualsiasi discussione, da quelle serie a quelle più leggere.
Io per primo cado in questo tranello.

Gli OT sarebbero da limitare per alcuni motivi molto semplici ma importanti:
- il topic diventa difficile da seguire per gli utenti
- chi è interessato al solo argomento si trova costretto a leggersi paginate di divagazioni più o meno interessanti e utili ma al di fuori dell’argomento del titolo
- un OT porta il più delle volte, una serie di OT in risposta

Faccio un paio d’esempi recenti di cui anche io sono stato protagonista degli OT. Il primo che mi viene in mente è la discussione sulla figura dei “sostenitori”, ad un certo punto è diventata una discussione di rivalsa tra vecchie ruggini. Oppure riguardo a “una saturno negli stati uniti” ho cominciato allegramente a disquisire su telaisti e preparatori italiani dei decenni passati. Interessantissimo, ma non in tema con chi voleva sapere la storia della “saturno negli stati uniti” e di come ripristinarla. O ancora, La saturno I.O.M. TT, in cui in un TOPIC super focalizzato su una versione di una moto già di per se rara, si è perso per la tangente…e dopo aver fatto notare la cosa mi sono anche sentito “meleggiato” per la mia “nota”.
E come questi molti altri.

Come detto sono io il primo a scivolare spesso fuori dal seminato, e mi rimprovero!

Vi chiederete a questo punto dove voglio arrivare.

Vorrei chiedere a tutti di limitare gli OT, e nel caso fossero indispensabili di autodenunciarli apponendo la sigla “OT” all’inizio e “Fine OT” in fondo all’intervento fuori tema. Magari, ma capisco le remore, un intervento maggiore dei moderatori.

Ripeto, quando siamo a discutere capita di prendere un filo che porta ad un altro tema, ma dovremmo limitare questo a pochissimi casi. Il forum mette a disposizione appositi spazi e sicuramente non limita l’apertura di discussioni in cui continuare e far diventare topic un “OT” aprendo quindi un dibattito ad oc su un nuovo argomento.

Inoltre per le noiose e antipatiche schermaglie private e al di fuori del tema di discussione (di cui anche io ho dato prova in passato) c’è sempre il canale del msg in pvt in cui potersi mandare allegramente a  senza rendere il tutto plateale.

Quanto scritto al fine di agevolare tutti gli utenti nella ricerca delle informazioni che vogliono. In modo un pochetto più rapido e diretto senza perdersi in lunghe serie di post da cui difficilmente si riesce a tirar fuori il nocciolo dell’argomento senza leggersi tutti gli interventi anche quelli più spiccatamente fuori tema.

Per chiunque legga queste righe e abbia voglia di commentare faccio in ultimo alcuni incisi che non devono essere scordati negli eventuali commenti.

Mi metto io per primo tra gli utenti che più spesso cadono negli OT.
 
Non sto, nel modo più assoluto, dicendo di promuovere forme di censura. Quello che viene scritto rimane scritto escluso situazioni particolari e già previste nel regolamento.

Assolutamente non sto criticando l’operato degli amministratori e dei moderatori, ma piuttosto suggerisco al direttivo di chiedere maggiore attenzione ai moderatori nel caso che il direttivo stesso sia in accordo con la mia osservazione.

Gli OT e i vari veleggiamenti se troppo dilungati non rendono più simpatica una discussione ma l’ammazzano rendendo noiosa la lettura di chi è solo interessato al “titolo”.

Ribadisco che per screzi, chiarimenti pubblici, scontri non in tema e quant’altro, si può aprire una discussione dedicata nella sezione apposita. Nessuno rimarrebbe comunque senza parole.

Bene, io credo di aver detto quasi tutto quello che avevo in testa.

E' GIUSTO !!! Senza troppe parole di commento.
La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!!!

Offline LUCA

  • GIL 4 ROSSO GERMAN il rosso della mia moto
  • AMMINISTRATORE
  • Utente Maestro
  • ******
  • Post: 9850
  • Sesso: Maschio
  • meglio un buon nemico, che un cattivo amico!
    • Homo quisque faber ipse fortunae suae
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #13 il: 11 Aprile, 2011, 23:24:15 »
caro fede,
il Direttivo ad unanimita' a deciso di scriverti queste due righe:
scrivi meno, o fai tipo le uscite settimanali per le raccolte, che qui a meta' post ci viene il coccolone!
addirittura gente dice che alla maturita' a scritto meno di quello che tu in un post posti!
quindi..... o ti adegui a questa cosa, o metteremo come gia' letti i tuoi futuri post! ;vardasss
 ;dor
La vita e' come la scala di un pollaio.......
CORTA E PIENA DI MERDA!


filippo

  • Visitatore
Re: Un pensiero, un consiglio ...
« Risposta #14 il: 11 Aprile, 2011, 23:27:49 »

Cosa non ti è chiaro nordwest1? e cercheò di spiegarmi meglio.
Non dirmi che non è chiaro tutto il discorso??
Comunque nel caso, quello che ho provato a dire è che ritengo che troppi Ot nei topic non facciano bene ai topic stessi.
Per non parlare di scaramucce e provocazioni più o meno furbescamente suggerite.
 
O interminabili sequenze di post con sole linguacce o prese di giro reciproche.
Ci sono argomenti che si prestano agli scherzi ma altre discussioni squisitamente tecniche per cui le tipologie di risposte fatte di soli smiles risultano inutili e rendono noiosa la lettura degli interessati.

Chiedo, propongo, suggerisco, invito, a una maggiore attenzione degli utenti nell'individuazione dei topics in cui il sollazzo è simpatico rispetto a quelli in cui ogni risposta inutile rende ridondante l'argomento e noiso. Al punto che anche a me è capitato alle volte di abbandonare di seguire una discussione solo perchè non riuscivo più a seguire il filo.
E in questo ho avuto spesso anche la mia colpa.

Quest'uomo mi preoccupa. Mi sembra di parlarmi allo specchio. boh: ho un alter ego a Firenze e non lo sapevo